,

Juventus e Metaverso: la protezione della proprietà intellettuale nei nuovi sistemi

juventus metaverso

E’ di questi giorni la diffusione della pronuncia del Tribunale di Roma, sezione Imprese, che con una sentenza di interpretazione evolutiva ha inibito la produzione, la vendita e la promozione su internet delle carte da gioco virtuali raffiguranti un ex campione della squadra bianconera, ritratto ai tempi della sua militanza nella Juve il quale aveva ceduto i diritti di immagine nel nuovo mercato dei Non fungible token senza accordarsi con i suoi ex datori di lavoro.


Secondo la Juventus infatti le cards virtuali con l’effige dell’ex calciatore bianconero integravano una contraffazione sia del marchio denominativo (in forma intera e/o in quella sincopata) sia di quello figurativo (la maglietta).

La mancanza di una espressa regolamentazione normativa e di prassi di riferimento nell’ambito della certificazione diffusa (blockchain) ha reso indubbiamente non immediata la pronuncia. La scelta preventiva della Società Juve di tutelare i marchi anche nella sottoclasse delle «pubblicazioni elettroniche scaricabili» ha consentito ai Giudici un’interpretazione evolutiva che ha garantito la protezione anche nell’ ecosistema degli Nft.

Non passa giorno senza scoprire le infinite azioni realizzabili in questa realtà tridimensionale dove è possibile interagire con utenti, luoghi e oggetti virtuali.

Una delle potenzialità è indubbiamente quella di essere una vetrina per la vendita di prodotti e servizi non solo virtuali ma anche reali con una customer experience interattiva e indubbiamente più conveniente e sostenibile capace pertanto di attrarre potenzialmente tantissimi utenti.

Sarà pertanto necessario capire come tutelare la proprietà intellettuale in questa nuova realtà. E’ ciò che stanno facendo brand famosissimi che hanno depositato domande di registrazione dei loro marchi in nuove classi merceologiche della classificazione di Nizza non attinenti a prima lettura con il loro core business con la finalità di tutelare anche i prodotti e servizi virtuali e reali offerti nel metaverso.

E’ dunque importante esaminare le strategie di deposito dei marchi nell’ottica di sfruttare questo potenziale nuovo mercato giocare d’anticipo rispetto ad altri operatori magari diretti competitors .

Lo studio BBPLegal è a disposizione per le valutazioni del caso necessarie per essere protetti anche nel Metaverso!

Contattaci

2 + 6 = ?